crescereBuongiorno a tutti, il weekend è finalmente arrivato; si può dormire di più (e sicuramente ne siamo tutti più contenti).

Oggi vi parlo della mia fantomatica voglia di crescere! Sono al terzo anno di scuole medie, il che mi porta a sentire professori su professori dire “Siete all’ultimo anno, fate i garbati dovreste essere cresciuti ormai”!

Ma cosa vuol dire davvero crescere? Bah, io ancora lo sto cercando sul dizionario, dove c’è scritto: “Diventare più grande, per naturale e progressivo sviluppo, detto dell’uomo”.
Ma che poi, cosa vuol dire diventare grandi? Fare algebra più facilmente? Seh, nemmeno tra cent’anni, ed io che ci spero ancora.
Forse diventare grandi in senso fisico: l’altezza, la voce, l’aspetto, il volto pieno di brufoli.
Diventare grandi è scoprire cose che volevi rimanessero nel dimenticatoio per tanti altri anni.
Crescere è sinonimo di scegliere, come andare nel pallone per la scelta del liceo dei sogni e del lavoro che si vuole fare da grandi.
La crescita si collega all’ansia, o meglio, io sono una ragazza che vive l’ansia tutti i giorni, dalla verifica di matematica al cosa mettersi come pigiama.
Ma che poi, io non ho voglia di crescere, ancora no. Non ho tutta questa necessità di andare in un posto nuovo, cercare gente nuova con cui fare nuove amicizie.
Posso restare alle medie, con i miei compagni e non fare gli esami.
Ma poi i miei concetti arrivano sempre alla conclusione più ovvia: si cresce perché si deve. Perché dopo un po’ non andiamo più bene come neonati che cercano disperatamente il latte, come bambini che vogliono diventare adulti o come ragazzi che vogliono tornare bambini come se avessero vissuto cinquant’anni.
Prima o poi tutti crescono, più o meno velocemente che sia. Magari crescono prima nel modo di vedere le cose, non necessariamente nel fisico, e viceversa. Tutto questo per dire cosa? Che non voglio crescere anche se lo sto facendo inconsciamente, e non me ne faccio una colpa, anzi, c’è del positivo nel cambiamento.
Okay (oltre la responsabilità che fa venire l’ansia), sapere di essere più grandi per salire su una giostra che ritenevi inarrivabile, essere abbastanza grandi per poter affrontare un esame (altro motivo d’ansia). La fiducia dei genitori che inizia a farsi vedere, per poi ottenere una piccola fetta di indipendenza.
E voi? Che ne pensate della crescita? Si cresce troppo in fretta senza rendersene conto?
Scrivetemelo qui sotto con un commento.
Stay with Panem

Francesca

http://www.noidonne.net/wp-content/uploads/2016/10/thumbnail_Voglia-di-crescere.jpghttp://www.noidonne.net/wp-content/uploads/2016/10/thumbnail_Voglia-di-crescere-150x150.jpgValentina PalumboLe rubriche di NoiDonneTeen Lifemedie,scuola,teenanger,Teenlife,Voglia di crescereBuongiorno a tutti, il weekend è finalmente arrivato; si può dormire di più (e sicuramente ne siamo tutti più contenti). Oggi vi parlo della mia fantomatica voglia di crescere! Sono al terzo anno di scuole medie, il che mi porta a sentire professori su professori dire 'Siete all'ultimo anno, fate i...