CalvarioL’associazione Vento Refolo propone, per domenica 25 Marzo, la visita guidata del monumento del Calvario, opera straordinaria, unica al mondo, realizzata con frammenti e pezzi di ceramiche, maioliche e porcellane nella prima metà dell’‘800.

Si tratta della settima edizione dell’iniziativa, ma la seconda dopo il suo restauro, che ha avuto quasi sempre luogo nella Domenica delle Palme.

Nel Calvario (che sarà dunque aperto al pubblico in forma straordinaria per questa occasione) sono ricostruite alcune delle scene della Passione di Gesù: il sinedrio (il palazzo di Pilato dove Gesù fu condannato); il palazzo di re Erode, la casa di Anna, il tempio di Salomone, la città di Gerusalemme con i suoi palazzi.

Queste strutture architettoniche sono collegate tra loro e contornate da un insieme di modelli di formato più ridotto, come torri, castelli, chiese e campanili, case, palazzi, mura di cinta, colonne, archi e capitelli.

E’ molto probabile che buona parte di questi edifici non fossero stati progettati per il Calvario, ma che provengano da presepi di Natività di chiese e conventi. Forse proprio per questo il Calvario è stato definito il “Presepe della Passione”.

Le visite si terranno alle 10 e, poi, alle 18. Le guide di Vento Refolo accompagneranno all’interno del monumento gruppi di visitatori, a fronte di un contributo simbolico di un euro.

Per info: 349-4759280 o www.ventorefolo.it

http://www.noidonne.net/wp-content/uploads/2018/03/Calvario-1.jpghttp://www.noidonne.net/wp-content/uploads/2018/03/Calvario-1-150x150.jpgRedazioneEventi "In" PugliaViaggi e territorio#raccontodipuglia,Calvario,cultura,guide,guide turistiche,Manduria,Puglia,Taranto,VentoRefoloL’associazione Vento Refolo propone, per domenica 25 Marzo, la visita guidata del monumento del Calvario, opera straordinaria, unica al mondo, realizzata con frammenti e pezzi di ceramiche, maioliche e porcellane nella prima metà dell’‘800. Si tratta della settima edizione dell’iniziativa, ma la seconda dopo il suo restauro, che ha avuto...