figliaLa figlia non va bene a scuola e il padre, invece che farle una bella ramanzina, picchia il professore.

E’ l’ultimo degli episodi, in continua crescita, che vedono la netta e a volte anche violenta, contrapposizione tra genitori e docenti.

L’ultimo caso è avvenuto durante i colloqui di fine quadrimestre nel liceo scientifico “Dante Alighieri” di Matera, dove un normale dialogo tra i genitori di una studentessa con il professore di matematica e fisica è sfociata in rissa. Il padre chiedeva al docente, che aveva tra l’altro molti anni di attività alle spalle, spiegazioni in merito ai voti bassi degli ultimi mesi, nonostante le ripetizioni: la discussione è così degenerata, finendo in una vera e propria aggressione ai danni del professore che ha riportato la lussazione di una spalla con una prognosi di ben 30 giorni.

E le conseguenze sarebbero potute essere ben più gravi se l’uomo non fosse stato bloccato dall’intervento di un altro genitore.

E’ ormai sempre più evidente che in alcuni casi, sebbene sporadici ma in preoccupante aumento, si viva all’interno di un corto circuito del binomio educativo famiglia-scuola, in cui si preferisce incolpare di ogni guaio o mancanza l’istituzione “scuola” piuttosto che affrontare le problematiche all’interno del tessuto familiare.

http://www.noidonne.net/wp-content/uploads/2017/01/calculator-178127_1920-1024x683.jpghttp://www.noidonne.net/wp-content/uploads/2017/01/calculator-178127_1920-150x150.jpgRedazioneCultura & societàeducazione,figlia,professore,scuola,violenzaLa figlia non va bene a scuola e il padre, invece che farle una bella ramanzina, picchia il professore. E' l'ultimo degli episodi, in continua crescita, che vedono la netta e a volte anche violenta, contrapposizione tra genitori e docenti. L'ultimo caso è avvenuto durante i colloqui di fine quadrimestre nel liceo...