sìNamaste!

Dopo una settimana di festeggiamenti, di preghiere e momenti commemorativi il matrimonio, tra un giovane Guerriero della casta del Sole e una bellissima Guerriera della casta della Luna, è finalmente avvenuto!

Terminati tutti i riti, i due novelli sposi devono lasciare la casa della sposa e raggiungere la casa dello sposo nel momento propizio. Come per ogni donna, che sia occidentale o orientale, del nord o del sud del mondo, lasciare la propria famiglia è un momento triste, ma ad accogliere e dare il benvenuto alla giovane sposa ci sono le donne della famiglia di Manvendra. All’ingresso di casa fanno trovare alla giovane coppia, un piatto con acqua colorata di rosso, i due entrano a piedi scalzi per lasciare le impronte sul pavimento, simbolo che la Dea è entrata nella casa, e vanno finalmente a riposare.

La mattina successiva tutti i parenti e gli ospiti ancora presenti si avviano dai due sposi per fare gli auguri, si pranza insieme, si festeggia e dopo altri piccoli riti ci si saluta e gli ospiti tornano nei loro villaggi.

Dopo 33 giorni dal matrimonio i due sposi tornano a casa della ragazza per passare con la famiglia di lei quattro giorni insieme. Dopo di ché si ritorna a casa e ha inizio la vera vita quotidiana da marito e moglie. Anche la prima festa comandata si trascorre a casa della donna per non fare avvertire alla giovane sposa il distacco dalla propria famiglia.
La sposa diventa la signora della nuova dimora e simbolicamente le viene consegnata la chiave della cassaforte in segno delle responsabilità che vengono passate alla giovane e promettente coppia, questo perché dopo il matrimonio dei figli, i genitori indiani è come se entrassero nella terza età: i progetti e i sogni iniziati col concepimento dei figli sono ormai realizzati!
Spero di avervi incantato con il racconto di un tipico matrimonio di due giovani Guerrieri del Rajasthan, io ne sono rimasta conquistata ed affascinata! Ho avuto la grande fortuna di conoscere persone speciali e di diventare loro amica.

Ringrazio, in particolar modo, Manvendra Ranawat per avermi resa partecipe delle sue emozionanti parole e per avermi insegnato la semplicità e genuinità dell’essere indiano!

Laura Dattis

http://www.noidonne.net/wp-content/uploads/2017/05/c64bde53-5a38-4879-becb-d265b65b8a80.jpeghttp://www.noidonne.net/wp-content/uploads/2017/05/c64bde53-5a38-4879-becb-d265b65b8a80-150x150.jpegLaura DattisLe rubriche di NoiDonneMi sposo... e ora?!indian wedding,indiano,Laura Fattis,matrimonio,video,weddingNamaste! Dopo una settimana di festeggiamenti, di preghiere e momenti commemorativi il matrimonio, tra un giovane Guerriero della casta del Sole e una bellissima Guerriera della casta della Luna, è finalmente avvenuto! Terminati tutti i riti, i due novelli sposi devono lasciare la casa della sposa e raggiungere la casa dello...